Richiedi una Consulenza Online | Live Chat 333 6960502 Nutrizionista Ischia

Ischia Nutrizione Patalano Myriam Nutrizionista Ischia Nutrizione Patalano Myriam Nutrizionista Ischia Nutrizione Patalano Myriam Nutrizionista Ischia Nutrizione Patalano Myriam Nutrizionista Ischia Nutrizione Patalano Myriam Nutrizionista

I Carciofi: Ricette, Proprietà ed Utilizzi

carciofi ricette proprietà

Il carciofo (Cynara scolymus L.) è una pianta della famiglia Asteraceae coltivata prevalentemente in Italia ed altri paesi del mediterraneo per uso alimentare e, secondariamente, medicinale.


Valori Nutrizionali Carciofi

(per 100g di prodotto):

Energia: 22 kcal / 92 Kj
Carboidrati: 2,5 g
Proteine: 2,7 g
Grassi: 0,2 g
Fibra Totale: 5,5 g
Acqua: circa 90 g

Come si può notare dai valori nutrizionali, i carciofi hanno pochissime calorie, sono costituiti prevalentemente da acqua e fibre vegetali e dunque sono ottimi per un buon funzionamento dell’intestino e per ridurre l’accumulo di grassi.
Questi ortaggi sono una vera fonte di principi attivi: sono ricchissimi di potassio (ben 370 mg ogni 100g di prodotto), calcio, fosforo, magnesio, ferro e rame. Oltre a questi preziosi Sali minerali contengono anche importanti vitamine tra cui:
- Vitamina A e Beta-carotene: per un buon funzionamento della vista e con importante funzione antiossidante, azione anticancerogena, azione protettiva delle mucose
- Vitamine del gruppo B (in particolare B1 e B3): importanti per il metabolismo energetico dell’organismo
- Vitamina C: che aumenta le difese immunitarie, riduce stress e stanchezza, indispensabile per la formazione del collagene e coinvolta in diversi meccanismi (antiossidanti, di prevenzione osteoporosi, riparazione tessuti epiteliali e muscolari..)
- Vitamina K: coinvolta nei meccanismi di regolazione di coagulazione del sangue ed utile anche per la prevenzione dell’osteoporosi.

Grazie alla grossa quantità di acqua, Sali minerali e particolari molecole quali i flavonoidi e la cinarina, i carciofi svolgono un’importante azione diuretica e depurativa, soprattutto a livello del fegato.

La Cinarina conferisce al carciofo il tipico sapore amarognolo. Si tratta di un polifenolo che deriva dall’acido caffeico che stimola la diuresi e la secrezione di bile con effetti benefici su tutto l’apparato digerente (depurazione del fegato ed eliminazione di tossine; stimolazione della diuresi; miglioramento processi digestivi sono alcuni esempi). Tutte queste molecole fungono anche da importanti antiossidanti e proteggono, quindi, l’organismo dall’azione dei radicali liberi e favoriscono anche la riduzione del colesterolo LDL in circolo.

Usi e Consumi Carciofi

Oltre che in cucina, i carciofi (in particolare l’estratto) sono molto utilizzati nel campo della medicina naturale e fitoterapia: le loro proprietà sono sfruttate soprattutto per chi ha problemi al fegato e/o cistifellea oppure in caso di nausea ed intossicazioni alimentari inoltre, l’estratto di foglie di carciofo può essere molto utile anche in caso di dispepsia e disturbi digestivi (grazie all’effetto positivo sulla secrezione della bile).
Oltre alla funzione epatoprotettiva, l’estratto di carciofo ha anche una fondamentale azione antitossica soprattutto nei confronti dell’alcool (che si accumula nel fegato): la presenza di alcool sia nel fegato che in circolo diminuisce gradualmente grazie all’effetto diuretico. Gli studiosi hanno anche riscontrato proprietà rigeneratrici del parenchima epatico.

Non solo in cucina e in fitoterapia, il carciofo è un vero protagonista anche nel campo della cosmesi: la qualità “bardana” del carciofo ha un effetto depurativo soprattutto per quanto riguarda la pelle, specialmente quella molto grassa, ma anche in caso di acne e foruncoli in generale.

Ricette con carciofi

Carciofi Alla Napoletana

Carciofi con Patate al Forno

Carciofi Farciti


A cura di
Dott.ssa Patalano Myriam Biologa Nutrizionista
Ischia Nutrizione Patalano