Dieta Chetogenica Associata alle Patologie

Dieta Chetogenica Associata alle Patologie

La dieta chetogenica è molto più di un semplice protocollo da applicare per perdere peso velocemente! E' molto riduttivo considerarla solo una strategia temporanea!

In questa slide sono presenti alcune delle situazioni in cui la dieta chetogenica può essere utilizzata come “dietoterapia” associata a determinate patologie:

- Epilessia farmaco-resistente: l’effetto “antiepilettico” e neuro protettivo della KD è noto già da tempo e, secondo recenti studi, può essere dovuto anche alla modifica del microbiota mediata dalla low carb high fat. In caso di epilessia il *K Ratio* deve essere pari o maggiore a 1,5!
- Ginecologia: miglioramento della sintomatologia di Endometriosi e PCOS, riduzione dei livelli di infiammazione, miglioramento della sensibilità insulinica e fertilità
- Emicrania
- preparazione di soggetti candidati a Chirurgia Bariatrica
- Patologie Neurodegenerative: grazie alla capacità dei corpi chetonici di limitare il danno cellulare e stress ossidativo
- Resistenza insulinica (IR) e Diabete di tipo II
- Inflessibilità metabolica: per AMPK/PGC, miglioramento dell’ossidazione lipidica anche sul lungo termine
- Oncologia: la cellula si nutre di zuccheri ma in KD è in grado si sopravvivere con i corpi chetonici. La cellula tumorale si nutre solo di zuccheri, non è in grado di produrre corpi chetonici. Inoltre la KD modula i livelli di insulina che, in questi soggetti, va tenuta a bada dal momento che stimola e sostiene la produzione di fattori di crescita che incitano lo sviluppo neoplastico. Da coadiuvare insieme al trattamento farmacologico.

A cura di
Dott.ssa Patalano Myriam Biologa Nutrizionista
Ischia Nutrizione Patalano