Ricetta Salsa Tahina

Salsa Tahina

La Salsa Tahina è una salsa a base di semi di sesamo, molto particolare ma deliziosa e nutriente, tipica della cucina mediorientale ma, negli ultimi anni, si sta diffondendo anche nella cucina occidentale. La consistenza può variare in base ai propri gusti, c’è chi la predilige molto densa (un po’ simile al burro d’arachidi per intenderci) e c’è chi la predilige leggermente più fluida in modo che sia più facile da amalgamare per la preparazione di pietanze varie come ad esempio l'Hummus di Ceci.
Si può anche acquistare già pronta, in negozi bio oppure etnici (attenzione invece a quelle presenti nei supermercati, leggere bene gli ingredienti, talvolta possono esser presenti sostanze additive e grassi idrogenati).

Nella cucina mediorientale la salsa tahina si utilizza in diversi modi: al naturale con del pane semplice o pita (pane caratteristico, piatto e morbido); con verdure crude o lessate; come salsa di accompagnamento a polpette sia di carne che vegetali a base di legumi (ad esempio i falafel di piselli); per insaporire carni o pesce grigliati e cosi via.

Nel mondo del “biologico” in Occidente, la salsa tahina si è diffusa grazie alle sue proprietà nutrizionali, racchiuse appunto nei semi di sesamo. Quest’ultimi sono semi oleosi ricchissimi di proteine, calcio, acido folico; ottimi per la prevenzione e cura di problemi cardiovascolari grazie al loro contenuto di acidi grassi polinsaturi (Omega 3 ed Omega 9), i cosiddetti “grassi buoni”!.

Ingredienti

(per circa 150/200ml di prodotto)

- 200g di semi di sesamo
- 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
- Succo di limone (giusto qualche goccia)


Salsa Tahina

Preparazione Salsa Tahina

Per preparare la salsa tahina innanzitutto bisogna tostare i semi di sesamo in una padella anti aderente a fuoco medio-basso ma senza esagerare: devono avere un sapore delicato, tostandoli troppo si rischia un retrogusto amarognolo. [E’ l unico passaggio a cui bisogna prestare un po’ di attenzione in più]. Appena cominciano a rosolare spostarli dalla padella ad una ciotola per lasciarli freddare.
A questo punto l’ideale sarebbe pestarli con un mortaio ma, per chi non ha tempo o pazienza (come me) un buon mixer va più che bene. Mentre si frulla, aggiungere man mano l’olio (e, se necessario, acqua calda in base alla consistenza che si vuole ottenere). Alla fine si ottiene un composto uniforme e dal colore chiaro.
Valori Nutrizionali (per 1 porzione): 61Kcal (0C 3,6P 5,5F)


A cura di
Dott.ssa Patalano Myriam Biologa Nutrizionista
Ischia Nutrizione Patalano


Leggi Anche